Parigi paralizzata dalla neve: rifugi d’emergenza nell’Ile de France

Parigi paralizzata dalla neve, sembra che le basse temperature e la neve consistente che in questi giorni si sono abbattute sulla Russia siano arrivate anche in Francia provocando un’allerta arancione.

L’Ile de France, la regione attorno Parigi si è paralizzata per i 12-15 centimetri di neve che sono scesi durante le ore notturne: circa 700 i viaggiatori che sono dovuti rimanere nelle stazioni ferroviarie di Montparnasse e Austerlitz della capitale francese, 1500 persone hanno dovuto trascorrere tutta la notte in rifugi d’emergenza messi a disposizione, 230 persone sono invece rimaste bloccate nell’aeroporto di Orly , 50 centri di accoglienza hanno ospitato gli automobilisti in viaggio che durante la notte si sono trovati davanti ad un esteso manto bianco che li ha privati della possibilità di proseguire.

Parigi paralizzata dalla neve, anche il ministro consiglia di non prendere le auto

Frèdèric de Lanouvelle, il ministero degli interni, si è espresso prontamente con una richiesta rivolta a coloro che intendono immettersi per strada “Siamo di fronte a una situazione eccezionale, il nostro consiglio agli automobilisti è di non prendere la loro auto”.

Parigi paralizzata dalla neve: treni dimezzati e strutture chiuse

Anche Michel Delpuech, prefetto francese, ha speso qualche parola per la salvaguardia degli automobilisti e ha consigliato “di non prendere le auto private e permettere così l’intervento delle forze dell’ordine, dei servizi di soccorso e degli operatori: in totale sono al lavoro tra le 2.500 e le 3.000 persone. Per quanto riguarda la rete ferroviaria, la Sncf (la società nazionale ferrovie francesi) ha invitato “a rinviare gli spostamenti“ e ancora “il traffico ferroviario sarà fortemente perturbato per tutta la mattinata di oggi” riferendosi alla zona dell’Ile-de-France.

I treni regionali sono stati dimezzati e anche la tour Eiffel, il fiore all’occhiello pargino, ieri è stata chiusa alle visite dei turisti.

Si prevedono altri crolli di temperature, che porteranno alla formazione di ghiaccio per le strade.

, PSDM, News