Più sesso, maggiore benessere psicologico: non sempre è vero

Chi fa più sesso è più felice? Non sempre è vero.

I ricercatori dell’università di Toronto analizzando un campione di oltre trenta mila soggetti hanno esaminato la correlazione tra frequenza dei rapporti sessuali e benessere psicologico.

I risultati smentiscono il luogo comune che vede i rapporti sessuali come inesauribile fonte di benessere: così come accade per la maggior parte delle attività piacevoli, oltre una certa soglia all’incremento dell’attività non corrisponde un incremento del benessere.

Lo studio rileva un’associazione curvilinea tra le due variabili, affermando che a rapporti più frequenti corrisponde maggiore benessere, ma la correlazione scompare quando si supera la frequenza di una volta a settimana.

Con una precisazione:
il quadro delineato riguarda gli individui coinvolti in relazioni affettive stabili e i rapporti sessuali che hanno luogo all’interno di queste relazioni, mentre per i single non è stata registrata alcuna correlazione significativa.

A fare la differenza tra le due categorie, forse, ci sarebbe il legame tra frequenza sessuale e soddisfazione per la relazione, a sua volta significativamente correlata al benessere psicologico degli individui coinvolti in legami affettivi.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO